NECROPOLI CRUCINIA

NECROPOLI CRUCINIA

La Necropoli Crucinia, come le altre principali necropoli di Metaponto, è ubicata lungo le antiche vie principali di accesso alla città in aree immediatamente esterne alle fortificazioni, che delimitavano lo spazio urbano, disponendosi come una cintura intorno all’antica città.

Vi è un nucleo principale che è costituito da alcune tombe che possiamo datare tra il calare del VII secolo a.C. Ed il II secolo a.C. . Tale nucleo centrale è ubicato nella parte occidentale dell’odierna contrada Crucinia, tra la S.S. 106 Ionica e l’attuale Metaponto Borgo.

L’enorme numero di sepolture rinvenute nella contrada Crucinia e la monumentalità delle sepolture, orecchini in oro con lavorazione in filigrana, strigili (strumenti utilizzati dagli atleti per detergere il sudore), specchi e fibule in bronzo.

Il rito funebre praticato è quello dell’inumazione: il defunto è posto in posizione distesa e supina secondo il costume funerario greco; non mancano tuttavia attestazioni del rituale a cremazione. Le deposizioni risultano aggregate in gruppi, spesso con evidenti affinità tipologiche. Questo suggerisce l’ipotesi che lo spazio funerario sia stato diviso per lotti ed assegnato alle singole famiglie per il seppellimento dei loro congiunti. Il tipo prevalente è rappresentato dalla semplice fossa terragna, in cui è alloggiata la cassa lignea contenente il defunto, e dalla copertura di tegole. Queste posso essere disposte a spiovente o a formare una cassa. In alcuni casi sono stati utilizzati mezzi anelli di terracotta con una disposizione “a botte”. Altrettanto frequenti risultano le sepolture in lastra di calcare perfettamente squadrate. Spesso la loro copertura è confermata come il tetto di un edificio. Il calcare, materiale pregiato proviene da numerose zone della puglia meridionale (antica Massapia e Peucezia) ricche di buone cave di carparo e tufo.

Il complesso più significativo è collocato al centro del parco ed è costituito dalla grande tomba a camera con scalinata di accesso. La cella sepolcrale presenta una pianta rettangolare e pareti costituita da blocchi di carparo disposti su quattro file sovrapposte. I muri interni hanno perso l’originario intonaco ed erano decorati nella parte superiore da una cornice modanata. L’inclinazione del corridoio rispetto all’asse principale della cella conferisce alla pianta una forma trapezoidale, distorta ed inconsueta. Sui bordi di alcuni blocchi impiegati nella composizione delle tombe si leggono spesso segni incisi che indicano con molta verosimiglianza la cava di provenienza dei materiali o il gruppo famigliare di destinazione degli stessi.

Metaponto 75012 Metaponto IT
Calcola il percorso
lun-dom 09:00 - 13:00

Richiedi info o disponibilità